COPPIA DELL’ACIDO, ADOTTABILE IL FIGLIO DELLA LOVATO

by • 19 gennaio 2018 • In Evidenza, Notizie Nazionali, SliderCommenti disabilitati su COPPIA DELL’ACIDO, ADOTTABILE IL FIGLIO DELLA LOVATO329

La Cassazione ha deciso di confermare l’adottabilità del bimbo partorito da Martina Levato il 15 agosto del 2015.

La giovane, condannata a 20 anni di carcere per le aggressioni con l’acido ideate dall’ormai ex amante Alexander Boettcher, farà ricorso  alla Corte Europea dei Diritti Umani. Lo ha detto il suo legale, l’avvocato Laura Cossar.

La Suprema Corte ha respinto anche i ricorsi dei nonni del bambino, che si proponevano come adottanti.

“I figli non si tolgono nemmeno ai mafiosi – ha dichiarato il Pg della Cassazione Francesca Ceriani – Ogni bambino ha diritto a crescere nella famiglia dove è nato, e anche se Boettcher e la Levato sono responsabili di crimini raccapriccianti, dare in adozione il loro figlio equivarrebbe a una non consentita operazione di genetica familiare”. 

Ma la Cassazione ha confermato che il piccolo, nato quando sua madre era già in carcere, debba essere adottato: “Nemmeno i nonni materni hanno dimostrato una reale presa di coscienza delle atrocità delle condotte della figlia e, valutando il superiore interesse del minore, il bambino non può restare legato alla famiglia di origine perché inevitabilmente sarebbe costretto a confrontarsi con la drammatica storia familiare dei suoi genitori”. 

 

 

 

 

 

Pin It

Related Posts

Comments are closed.